Impianti per carburanti
Le attività che producono reflui oleosi o dispongono di piazzali inquinati da rifiuti oleosi hanno l’obbligo del trattamento delle acque meteoriche di dilavamento prima dello scarico nella rete fognaria comunale. In base, quindi, alla norma UNI EN 858 parte 1 e 2, le stazioni di rifornimento di carburante, le officine meccaniche, gli autolavaggi, i depositi e i parcheggi di autoveicoli devono disporre di un disoleatore per il trattamento delle acque di scarico.

Il disoleatore provvede alla rimozione dalle acque delle sostanze fangose ed oleose mediante l’impiego di una singola cisterna.
Così equipaggiata la cisterna opera due processi: “sedimentazione” dei solidi quali fango, limo, sabbia e “separazione” delle sospensioni oleose come oli e idrocarburi.
Il disoleatore dispone di un filtro a coalescenza innestato alla condotta di uscita del separatore attraverso il quale passerà l’acqua chiarificata che si immetterà nella condotta di scarico.

I nostri impianti

Depureco è specializzata nella fornitura, chiavi in mano, di impianti per la separazione di oli e idrocarburi.
Nelle condizioni di carico compatibili con la sua dimensione nominale, il disoleatore prefabbricato in cemento da noi fornito è in grado di rimuovere le sostanze oleose presenti nell’acqua fino ad un contenuto dell’olio residuo non superiore a 5 mg/l.

Manutenzione

Quando la cisterna è piena occorre provvedere alla estrazione e all’allontanamento dell’olio contenuto tramite autospurgo. Periodicamente è necessario effettuare il controlavaggio del filtro con acqua corrente

Applicazioni

I nostri impianti disoleatori sono particolarmente indicati per attività come:

  • Impianti per il lavaggio di autoveicoli
  • Officine meccaniche
  • Distributori di carburante
  • Piazzali e parcheggi
Contattaci

Inviaclear