Gli impianti biologici depurano gli scarichi domestici, urbani e industriali biodegradabili prima che essi vengano riversati nell’ambiente causandone l’inquinamento.
Gli impianti di depurazione biologici sono la miglior soluzione nel caso in cui il liquame è inquinato solo da sostanze biodegradabili.
Agiscono rimuovendo la sostanza organica secondo processi di autodepurazione che normalmente avvengono in natura, per questo, rispetto ad altri depuratori, non necessitano dell’apporto di molti agenti chimici.
Microrganismi demolitori degradano le sostenza di rifiuto e li trasformano in composti minerali che rientrano a far parte dei cicli naturali.
L’ossigeno necessario alla sopravvivenza dei microrganismi viene fornito artificalmente e i processi avvengono in ambiente aerobico.
La biodegradazione delle sostanze organiche inquinanti, all’interno di un impianto di depurazione biologico, forma un processo autodepurante.
Questa tipologia di impianto depurante produce pochi fanghi di supero rispetto alle altre tipologie impiantistiche.

FASI PRINCIPALI DI UN IMPIANTO BIOLOGICO

1. fase denitrificazione: riduzione dei nitrati mediante l’intervento dei batteri che riducono i nitrati in azoto
2. fase di ossidazione e nitrificazione : vengono ridotte le quantità di sostanze organiche e di ammoniaca presenti nei reflui. I residui prodotti sono i microrganismi, i nitrati, l’acqua e l’anidride carbonica.

VANTAGGI IMPIANTI BIOLOGICI DEPURECO

L’impianto biologico fornito da Depureco ha le seguenti caratteristiche che lo rendono facilmente personalizzabile in base alle esigenze dei clienti :

  • semplicità e velocità di installazione
  • versatilità e semplicità all’uso
  • sicurezza di funzionamento
  • facile ampliabilità nel tempo far fronte ad un eventuale aumento del carico inquinante